Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso comporta l'accettazione dei cookie.

CENTRO STUDI VALLE IMAGNA

Sei qui: Home Collane Persone e pensieri Bergamo alla Scala. Cantanti e impresari bergamaschi alla Scala nel Settecento e nell'Ottocento

 

Bergamo alla Scala. Cantanti e impresari bergamaschi alla Scala nel Settecento e nell'Ottocento

Email
Contributo: 20,00 €
Descrizione

Non solo musicisti, cantanti e compositori, ma anche agenti artistici e impresari: un elevato protagonismo musicale si è espresso a diversi livelli, tanto nella composizione e nell’esecuzione di musica, quanto nell’organizzazione di eventi e nella direzione di teatri. Un’azione di irradiazione musicale orobica nel contesto lombardo, alla Scala innanzitutto, denota la capacità di compositori, musicisti, tenori, bassi, baritoni, agenti musicali,… di confrontarsi con realtà “oltre confine”, provocando e ottenendo reciproco arricchimento. Una forma di “emigrazione” culturale di affermati professionisti in campo musicale hanno esportato conoscenze, abilità, aperture intellettuali, capacità acquisite durante il periodo di formazione cittadina.
I diciotto artisti posti al centro dell’indagine non sono altro che la punta di un iceberg assai più esteso, che nella parte sommersa si espande sino a comprendere i lembi più estremi della provincia bergamasca e coinvolge le singole parrocchie, che hanno agito, soprattutto nel passato, da cassa di risonanza delle espressioni musicali, da primo ambito formativo col canto religioso e la musica d’organo, e, non per ultimo, da collettore per nuovi cantanti e musicisti.

Pagine: 460
Luogo di edizione: Sant'Omobono Terme (BG)
Anno di edizione: 2018
Autore: Luigi Pilon