Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso comporta l'accettazione dei cookie.

CENTRO STUDI VALLE IMAGNA

Sei qui: Home Libri Homines de Bedulita La parentela “de Pederbellis de Valle Imanie”

 

Homines de Bedulita La parentela “de Pederbellis de Valle Imanie”

Email
Contributo: 15,00 €
Descrizione

La parentela de Pederbellis, originaria della Valle Imagna, si radica con alcuni suoi rami nella città di Bergamo fin dal XII sec., momento in cui le città e la loro economia rifioriscono grazie alle mutate condizioni politiche e sociali.
L’immigrazione dal contado, favorita da privilegi ed esenzioni fiscali, offre ai membri della parentela più intraprendenti e dinamici l’occasione di affermarsi nella nuova realtà attraverso un percorso che è scandito quasi sempre da passaggi ben precisi: accumulo del capitale attraverso l’attività commerciale, una oculata strategia matrimoniale, l’esercizio delle professioni giuridiche e l’ascesa alle più alte cariche istituzionali del Comune.
Accanto a quanti hanno avuto successo nella loro scalata sociale, altri nuclei familiari trovano, poi, il loro spazio nella città attraverso attività legate all’artigianato e al piccolo commercio, ma tutti sono accomunati dalla consapevolezza di appartenere alla parentela de Pederbellis de Valle Imanie, che nei documenti viene sempre indicata almeno fino al 1600, sicché ogni componente si sente portatore di un forte senso di identità sociale a cui si accompagna uno spiccato spirito di solidarietà e di coesione familiare.
Il legame con la terra di origine e con i parenti che risiedono in valle non si indebolisce, anzi si consolida sempre di più nonostante la lontananza: in valle i “cittadini”, ad esempio, investono in proprietà terriere parte della ricchezza accumulata, sostengono le opere caritatevoli, contribuiscono ad abbellire le chiese e, in generale, si mostrano molto sensibili ai bisogni dei valligiani. Ed è ai Pederbelli “valligiani” che la ricerca riserva, inoltre, uno spazio adeguato cercando di cogliere la dimensione del vivere quotidiano in tutti i suoi aspetti.
Il lavoro si conclude, infine, con la “storia” di Luigi Pederbelli, un garibaldino bergamasco, bisnonno dell’autore, che, dopo aver vissuto in prima persona gli eventi che portarono all’Unità d’Italia, intorno al 1867 si stabilisce a Salerno, dando, così, vita a una discendenza molto ampia e oggi ben inserita nella realtà salernitana.

Pagine: 360
Luogo di edizione: Bergamo
Anno di edizione: 2017
Autore: Giovanni Pederbelli